Vacanze estive? Occhio al WI-FI dell’hotel, ti svuotano il conto corrente: come evitare la truffa

Il Grande Esodo delle Vacanze Estive si avvicina. Ma attenzione al nostro conto corrente, se ci colleghiamo al WI-FI dell’albergo

Tutti i turisti sono allettati dalle varie promozioni e offerte delle grandi catene alberghiere non. Che per attirare sempre più clienti, cercano di offrire più servizi possibili inclusi nel prezzo del loro soggiorno. Ma attenzione alla connessione WI-FI.

truffa wi-fi
Adobe Stock

Pericoli nelle sospirate vacanze

Ora che la maggior parte di noi italiani si appresta a partire, hotel e case vacanze sono letteralmente presi d’assalto. Tra le richieste dei clienti appena arrivati alla reception, c’è sempre  il WI-FI. Proprio perché ormai senza rete a cui collegare il proprio cellulare o il proprio notebook, ci si sente tagliati fuori dal mondo virtuale. Così la prima cosa che in vacanza si chiede, è proprio la password per la connessione in rete. Eppure non dobbiamo dimenticare preoccupanti conseguenze. Infatti, che sia gratuito o a pagamento, questo WI-FI può causare problemi veramente seri. Se non si presta la dovuta attenzione.

Come derubano gli hackers? Vediamo come

Visto che, con l’evolversi della tecnologia, anche i topi d’albergo si sono adeguati. Ora non entrano più nelle stanze dei vacanzieri per rubare quello che trovano nei cassetti. Ma agiscono in grande stile e senza esporsi fisicamente. Oggi il loro obbiettivo sono le reti in cui entrano facilmente in qualità di hacker, esperti in truffe online. Non soltanto, perché colpire una connessione a cui si appoggiano migliaia di persone è un bersaglio parecchio appetibile per i pirati informatici. Favoriti anche dalla scarsa attenzione che i gestori di strutture alberghiere riservano alla rete per gli ospiti.

Come difendersi da loro? Impariamolo insieme

Quindi, se anche non possiamo fare a meno del WI-FI, è comunque utile tenere ben presente che è meglio evitare assolutamente transazione economiche. Se si è collegati alla loro rete, optando invece per operazioni più innocue. In questi casi, basta scollegare momentaneamente il dispositivo, quasi sempre un device, dalla loro rete. Bloccando il WI-FI con un semplice click e utilizzare quello del proprio gestore telefonico che insieme al traffico voce, include anche sufficienti giga per delle operazioni in rete. Meditiamo, amici lettori, meditiamo, per non ritrovarci la spiacevole sorpresa del conto prosciugato. Anche perché c’è poi quello da pagare alla reception.

Consigli disinteressati, amici lettori

Molto meglio dunque utilizzare la propria linea, per non incappare in sgradite sorprese sul nostro prezioso conto corrente. Un altro modo per poi mettere in sicurezza la rete WI-FI a cui siamo collegati, è quello d’impostare l’autenticazione con password. Scegliendo, al tempo stesso, un protocollo di crittografia adeguato a proteggere la trasmissione dei dati nell’etere.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news.


  1. Telegram - Gruppo base