Stufe a pellet, i (veri) vantaggi del riscaldamento alternativo

Con l’aumento dei prezzi del gas molti italiani stanno pensando di passare al riscaldamento a biomassa. Di questo tipo di sistemi è quello a Pellet il preferito, e sta tornando di moda con un’esplosione della domanda di stufe e combustibile.

Il pellet è un combustibile ecologico e facile da maneggiare, che permette di alimentare stufe e caldaie.

Stufe a pellet
Adobe Stock

Queste permettono di risparmiare sul riscaldamento tradizionale a metano o a gasolio, o addirittura in caso di riscaldamento autonomo di sostituirlo. La stufa a pellet permette anche di accedere ad alcuni bonus per ottenere uno sconto sul prezzo dell’impianto e sull’istallazione, ecco quali sono tutti i vantaggi del riscaldamento a pellet

Cos’è il pellet? Quali sono i modelli di stufe più diffusi?

Per pellet si intende legno sminuzzato e pressato in piccoli cilindri. Può essere ottenuto dal legno vergine, quindi dal semplice taglio di alberi, come la normale legna. Può però anche essere creato dagli scarti di lavorazione del legno e dal legno di recupero. In questo caso si parla di pellet ecologico, perché non ha comportato alcun danno alle foreste e ai boschi con il taglio di nuovi alberi, ma ha utilizzato prodotti che andrebbero comunque bruciati o smaltiti.

Il pellet è poi un prodotto dall’alto potere calorifico, più della legna. La sua combustione emette molto calore ed è quindi ideale per il riscaldamento. Per questo esistono due modelli distinti di stufa a pellet che si possono utilizzare, la normale stufa e la caldaia. La stufa a pellet, che emette direttamente aria calda nella stanza, è utilizzata assieme al riscaldamento tradizionale e permette di risparmiare sulla bolletta del gas.

Le caldaie a pellet al contrario sostituiscono completamente quelle a metano, sia per l’acqua sanitaria che per il riscaldamento. Questi impianti possono essere impiegati solo in caso si disponga di riscaldamento autonomo e non centralizzato. Entrambi i sistemi necessitano di uno scarico dei fumi, normalmente tramite una canna fumaria.

Vantaggi e svantaggi della stufa

Il principale vantaggio di una stufa a pellet in questo momento è la sua potenziale convenienza economica nei confronti del metano. Va detto però che una volta che il metano si sarà normalizzato come prezzo, tornerà ad essere più conveniente del pellet, e che il prezzo dello stesso pellet si sta alzando a causa della maggiore domanda.

L’installazione di una stufa a pellet in un appartamento con riscaldamento centralizzato permette poi una maggiore autonomia nella gestione del riscaldamento stesso, con la possibilità di chiudere più spesso i termosifoni in favore del riscaldamento tramite la stufa.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ci sono però anche degli svantaggi. Prima di tutto bisogna procurarsi il combustibile, cosa non necessaria in caso di caldaia a metano. Poi bisogna assicurarsi che la propria stufa rispetti le norme ambientali della propria regione. Molti territori, soprattutto al nord, hanno proibito l’utilizzo delle stufe più inquinanti per non peggiorare la qualità dell’aria. In caso di violazione di queste norme si può incorrere in multe anche molto salate.