Per Elon Musk bastano cinque minuti… e se lo dice l’uomo più ricco del mondo!

Elon Musk ha le idee chiare, con la regola dei cinque minuti si arriverà lontano. Scopriamo in cosa consiste e come gli ha permesso di diventare l’uomo più ricco al mondo.

L’organizzazione è la chiave del successo secondo Elon Musk. Per raggiungere gli obiettivi servono determinazione, impegno e la folle regola dei cinque minuti.

Elon Musk
Canva

Il nuovo CEO di Twitter Elon Musk è l’uomo più ricco al mondo. Possiede la Tesla e SpaceX, vive in un prefabbricato di 74 metri quadrati, chiama i figli con nomi che definire di fantasia è un eufemismo e dice di aver inventato la regola dei cinque minuti. Grazie a questa si è assicurato il successo, un conto in banca stellare e la notorietà. Chi pensa che Musk viva solo per il proprio lavoro forse non si discosta troppo dalla verità dato che si occupa delle sue attività dalle 85 alle 100 ore a settimana. Dorme solo sei ore a notte e beve numerose lattine di Coca-Cola al giorno (è passato dalla otto alle due lattine). Una vita quasi surreale che inquadra perfettamente la sua figura. Un “folle” miliardario che punta in alto (fino allo spazio) e che è riuscito a costruirsi un impero diventando uno dei nomi più influenti del globo.

Elon Musk e la regola dei cinque minuti

Il massimo dell’organizzazione consiste nel dividere i compiti quotidiani in blocchi da 5 minuti. Tale metodo serve per evitare il procrastinare degli impegni e per ridurre gli sprechi di tempo. Più il compito è pesante, più va ridotto in piccoli segmenti in modo tale da portare a termine il proprio obiettivo nel minor tempo possibile.

La divisione in cinque minuti deve essere compiuta il giorno prima in modo tale da aver tutto già organizzato non appena la giornata ha inizio. Le improvvisazioni non sono ammesse, la scaletta deve essere seguita alla perfezione o il caos renderà vani gli sforzi. Il consiglio di Elon Musk per tutti coloro che hanno intenzione di avviare un’impresa è di lavorare duramente ogni ora della giornata secondo un piano prestabilito.

La scaletta dell’uomo più ricco del mondo

Curiosi di conoscere come gestisce la giornata l’uomo più ricco del mondo, colui che potrebbe mettere da parte la regola dei cinque minuti dato che tanti obiettivi li ha già raggiunti? Breve parentesi, anche il pranzo dura cinque minuti naturalmente. La giornata inizia con un doccia, prosegue con una tazza di caffè e la lettura delle email per circa mezzora.

Al mattino preferisce un’omelette invece dei dolci e da qualche mese a questa parte ha inserito venti minuti di attività fisica tra la sveglia e lo smartphone. Dalle e-mail si passa alle telefonate in modo tale da continuare a lavorare ininterrottamente anche mentre sta con i figli o svolge altre attività.

Il lavoro continua fino alle 22.00 e poi “libertà” fino all’una di notte. Sei ore di sonno e alle sette si riparte. Un ritmo frenetico, molti lettori si sentiranno stanchi solo per aver immaginato la giornata di Elon Musk. Eppure l’essere stacanovista ha portato l’imprenditore ad essere l’uomo più ricco della Terra. Il pensiero di costruire un mondo migliore, infatti, è secondo Musk il mezzo con cui indirizzare la propria giornata verso il meglio.

Impostazioni privacy