Lavoro, l’offerta è di quelle imperdibili: un sogno ad occhi aperti

Trovare il lavoro dei sogni da oggi non è più impossibile. Una particolare offerta arriva a stuzzicare la fantasia di chi cerca occupazione.

Il momento storico è già di per se abbastanza deprimente. Non va certo meglio sei si pensa alla mancanza di lavoro. Il problema attanaglia ormai il nostro paese da tempo immemorabile. Il lavoro non c’è e quando c’è non sempre risponde alle logiche ed agli standard di un paese evoluto come il nostro. A cercare lavoro, quindi, sono disoccupati ma non solo.

Lavoro dei sogni
Fonte Adobe Stock

Cercare lavoro in questa particolare fase storica non è certo la cosa più facile di questo mondo, anzi. I problemi continuano ad esistere per chi sogna una posizione quantomeno dignitosa. Qualcosa che possa considerabile stabile, che possa consentire di progettare un futuro, la maggior parte di coloro che oggi cercano lavoro non ambiscono che a questo. Le problematiche però sono molte. Negli ultimi mesi però nuove occasioni stanno nascendo per i tanti che ancora cercano il lavoro dei sogni.

Poste Italiane, Ferrovie dello Stato, Agenzia delle Entrate, Inps, ministeri vari e poi ancora tante aziende private da anni sul nostro territorio. In questo particolare momento le porte di questi grandi contesti si sono aperte con sempre più bandi di concorso, selezioni e quant’altro. Al giorno d’oggi insomma, si cerca la stabilità, oltre chiaramente ad una retribuzione ed un trattamento che possano quantomeno considerarsi dignitosi.

Nonostante tutto però la voglia di andare via, soprattutto dei più giovani è sempre tantissima. La possibilità di confrontarsi con tutt’altri contesti e dinamiche, la possibilità concreta di ambire a posizioni rispondenti agli standard europei, anche e soprattutto per quel che riguarda trattamento complessivo, retribuzione ovviamente compresa. In questo senso le opportunità certo non mancano e di recente sembrano farsi sempre più concrete particolari possibilità.

Una interessantissima proposta di lavoro arriva ad esempio dalla Nuova Zelanda. Certo parliamo dell’altra parte del mondo, ma ci troviamo di fronte ad una possibilità forse realmente unica. Il tutto nasce dalla disperata ricerca, da parte del Dipartimento della Conservazione della Nuova Zelanda un supervisore della biodiversità, che dovrà occuparsi della tutela della flora e della fauna in un’isola del sud a Te Wāhipounamu. Stipendio annuo fino a 50 mila euro.

Lavoro, l’offerta è di quelle imperdibili: il posto da sogno fa davvero la differenza

Il territorio in questione comprende circa 26 mila chilometri quadrati caratterizzati interamente da forestecatene montuose e spiagge isolate, Patrimonio dell’Unesco dal 1990. Le condizioni di lavoro cosi come è facile immaginare sono caratterizzate dalla prospettiva della solitudine, seppur dorata nel particolare contesto paradisiaco. Il supervisore della biodiversità dovrà occuparsi di numerose specie animali e vegetali ospitate sull’isola. Tra questi i kiwi Haast totoek, uccelli canori ormai arrivati a soli 400 esemplari, causa mancanza di habitat ideale.

I requisiti in questione, quelli per accedere alla candidatura vera e propria parlano di persone speciali, autonome, amanti dell’aria aperta. Nello specifico poi, risultano assolutamente necessari i seguenti requisiti:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • Comprovate abilità nella gestione di posizioni di comando e/o supervisione.
  • Capacità di ispirare, motivare e coordinare la squadra.
  • Esperienza pregressa nella biodiversità, in particolar modo per le specie a rischio.
  • Capacità di relazionarsi in modo eccellente con colleghi e aziende.
  • Doti organizzative e buona gestione del tempo.
  • Desiderio di supportare il successo altrui.
  • Competenze nell’ambito dell’analisi dei dati e nella scrittura di resoconti.
  • Esperienza nella gestione di budget e contratti.
  • Ottima salute e forma fisica allenata.
  • Esperienza pratica sul campo e in zone isolate, incluse le capacità di leggere mappe e di navigare.
  • Certificazione che attesti la capacità di assistenza a terra agli aerei e ai passeggeri (preferenziale).
  • Disponibilità a vivere in un luogo piccolo e remoto.
  • Esperienza pregressa nel lavoro con le popolazioni iwi e tangata whenua, oltre alla piena comprensione delle conseguenze del trattato di Waitangi (preferenziale).

Al lavoratore selezionato sarà inoltre concesso un soggiorno nelle capanne ed uno sconto per il soggiorno nelle strutture oltre che un preziosissimo programma di assistenza dipendenti. Per candidarsi è sufficiente compilare il form preposto sulla pagina web Seek, allegando il Curriculum Vitae e una lettera di presentazione in lingua inglese. Niente male insomma.