Halloween vietato ai maggiori di 12 anni: 10 cose che non sapete sulla notte delle streghe

Halloween è una festa che ormai da qualche decade viene celebrata anche in Italia. Non essendo una ricorrenza nostrana però ci sono ancora molti aspetti sconosciuti a riguardo

Andiamo a scoprire 10 cose che poche persone conoscono su questo evento che negli Stati Uniti è considerato tra i più importanti dell’anno.

Halloween
Fonte Adobe Stock

Ormai ci siamo, anche quest’anno Halloween è pronto ad regalare brividi e spaventose emozioni come in passato. In pochi però si interrogano sugli aspetti più profondi di questa ricorrenza, che dagli Stati Uniti ha poi “travolto” tutto il mondo.

In realtà sono diversi gli aneddoti a riguardo, che sono anche piuttosto curiosi. Andiamo a scoprirli insieme, ma attenzione alcuni a sono a dir poco “mostruosi”. Fate un bel respiro, tenetevi forte e leggeteli tutti d’un fiato.

Halloween: quali sono le 10 cose che non tutti conoscono sulla notte delle streghe

Partendo da un aspetto più che tranquillo, la festa di Halloween non è stata opera dell’industria dolciaria. In realtà si tratta di una ricorrenza che viene celebrata da 6000 anni e che pare abbia avuto origine in Irlanda nel 4000 a.c.

Ai quei tempi tra le usanze celtiche c’era quella di festeggiare la fine della stagione dei raccolti. I Celti credevano che nella notte del 31 ottobre i confini tra il mondo dei vivi e quello dei morti si allentassero, permettendo ai defunti di tornare momentaneamente dall’aldilà. Per questo al fine di spaventarli iniziarono ad indossare maschere e costumi.

Negli Stati Uniti è la seconda festa “più commerciale” dell’anno dopo il Natale. La spesa complessiva ammonta a circa 6,9 miliardi di dollari. Costumi, organizzazioni di feste e negli ultimi anni anche maschere e vestiti per gli animali domestici. Un modo per renderli partecipi dell’evento.

Circa 2 miliardi vengono spesi in caramelle che corrispondono a 272mila tonnellate. In pratica 6 volte il peso del Titanic. Un paradosso che rende l’idea della grandezza di Halloween oltreoceano.

Per forza di cosa non si tratta di una giornata salutare. I bambini che vanno in giro per i quartieri delle città americane bussando alle porte e chiedendo “dolcetto o scherzetto” consumano 7000 calorie, pari all’apporto calorico di 66 banane. A prescindere da ciò questa pratica è ad esclusivo appannaggio dei minori di 12 anni. In alcune località chi si finge di essere più giovane rischia una multa di 1000 dollari.

Al passo coi tempi esiste anche la fobia di Halloween. La paura di lasciarsi andare a questa usanza è stata ribattezzata Samhainfobia. Rimanendo in tema spavento, indossare i vestiti al contrario e camminare all’indietro permetterà di vedere una strega allo scoccare della mezzanotte. D’altronde lo dice l’usanza.

Zucche, ragni e Hallowe’en

La zucca è probabilmente il simbolo che per antonomasia fa pensare ad Halloween. Ritagliarla come una lanterna aiuta a scacciare gli spiriti maligni. Per questo in tanti nonostante non sia semplice si cimentano in questa attività.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La notte di Halloween è caratterizzata anche da ragni e ragnatele. Non abbiate paura alla loro vista, pare sia lo spirito di un defunto che veglia su di voi. Alla fine della fiera nonostante continuano ad abusarne in maniera errata, la forma corretta è Hallowe’en, ma di fatto la utilizzano solo negli USA.