Debiti con l’Agenzia delle Entrate, come verificare la propria posizione

Può accadere che un contribuente non sia consapevole di avere debiti con l’Agenzia delle Entrate. È possibile verificarlo con questo semplice metodo.

Se un contribuente intende conoscere la propria posizione nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, e verificare la presenza o meno di debiti, può utilizzare dei canali sia fisici sia telematici.

debiti con l'Agenzia delle Entrate
Adobe stock

Può accadere che l’Agenzia delle Entrate riscossione invii la cartella esattoriale al soggetto sbagliato. In questo caso, il vero debitore potrebbe non ricevere la notifica della cartella di pagamento, rimanendo all’oscuro del debito maturato nei confronti dell’Agenzia.

Oggi scopriremo quali sono i modi per verificare la propria posizione debitoria nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, effettuando personalmente il controllo.

Debiti con l’Agenzia delle Entrate: come verificare ml propria posizione

Per verificare la propria posizione nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, il contribuente ha la possibilità di recarsi fisicamente presso uno dei tanti sportelli dislocati sul territorio nazionale. In alternativa è possibile chiamare il Contact Center o inviare una richiesta all’indirizzo di posta elettronica certificata. Coloro che non sono in possesso di una PEC hanno la possibilità di inviare una semplice email o utilizzare i servizi online disponibili sul sito istituzionale.

Se si sceglie di recarsi presso lo sportello territoriale dell’Agenzia delle Entrate-riscossione è possibile optare per uno degli uffici più vicini alla propria residenza. Prima di recarsi fisicamente allo sportello occorre prendere un appuntamento.

Per essere ricevuti è, infatti, necessario che il contribuente acceda al sito web dell’Agenzia e utilizzi il servizio prenota ticket. In alternativa, è possibile usufruire dell’applicazione Equiclick, che permette, in modo comodo e veloce, di prenotare un appuntamento scegliendo tra quelli disponibili.

Quando il contribuente andrà allo sportello avrà la possibilità di verificare l’effettiva esistenza di debiti nei confronti dell’agenzia e riceverà dall’addetto una nota sintetica della sua situazione debitoria.

Chi, invece, preferisce telefonare al contact Center dell’Agenzia delle Entrate, deve fare riferimento al numero unico 06 01 01. Dalla parte del telefono troverà un operatore che risponderà da lunedì a venerdì dalle ore 8 alle 18. Gli altri giorni della settimana e nelle altre fasce orarie, il servizio è comunque attivo, ma a supportare l’utente è un risponditore automatico interattivo, che offre comunque indicazioni sulle attività di riscossione e sui servizi a disposizione dei cittadini.

Email e servizi online

Tra gli altri canali a disposizione del contribuente c’è l’indirizzo PEC protocollo@pec.agenziariscossione. gov.it. Oppure l’indirizzo email dedicato ai contribuenti è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Nella richiesta inviata dall’utente dovranno essere indicati:

  • i dati anagrafici
  • il codice fiscale
  • la provincia di residenza
  • il recapito telefonico
  • la causale, che in questo caso sarà “informazioni su situazione debitoria”.

Se invece il contribuente preferisce utilizzare servizi online deve accedere alla propria area riservata tramite Spid o Cie. Cliccando sulla sezione “situazione debitoria- consulta e paga”, il contribuente ha la possibilità di visionare la propria situazione debitoria, a partire dall’anno 2000. Di fatto, cliccando sulla suddetta voce, l’utente vedrà perché una pagina in cui sono presenti tutte le operazioni già effettuate o da effettuare a suo carico. In particolare, il contribuente potrà distinguere due icone: “da saldare” e “saldati”.

Tutte quelle contrassegnate con la prima icona devono ancora essere regolarizzate dal contribuente.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news.


  1. Telegram - Gruppo base