Inappetenza anziani, cosa fare? Integratori, rimedi naturali, cure omeopatiche

Il rischio di inappetenza o mancanza di appetito negli anziani è purtroppo sempre dietro l’angolo. Mangiare però è importante, non solo per la propria sopravvivenza, ma anche per apportare all’organismo la giusta dose di energia per compiere tutte le attività necessarie. Una persona inappetente vede il cibo e l’alimentazione non più come un piacere, ma come uno sforzo che a lungo andare può trasformarsi in un vero e proprio disturbo alimentare. Per questo motivo la perdita di appetito non deve mai essere sottovalutata, scopriamone di più!

Inappetenza cause e come si manifesta

La perdita appetito può colpire chiunque, dai giovani agli anziani, anche se è un disturbo comune nella terza età che si manifesta soprattutto durante la stagione estiva.

Inappetenza significato (inappetente significato): si tratta di un disturbo alimentare che determina una costante diminuzione del senso di appetito e che in alcuni può manifestarsi anche con un vero e proprio senso di repulsione verso il cibo. A lungo andare il poco appetito si traduce in una perdita di peso che può generare anche un deperimento generale psicofisico.

Mancanza di appetito cause: oltre a quanto detto fino ad ora, un’altra causa che può generare l’inappetenza degli anziani è dovuta alla difficoltà di masticazione. La necessità di dover consumare cibi molto cotti o frullati può quindi essere una causa di non poco conto. Anche per un anziano allettato che dorme sempre sarà difficile avere lo stimolo della fame, stessa cosa per gli anziani che vivono soli che trascurano la spesa e di conseguenza l’alimentazione. A queste cause si aggiungono: depressione, ansia, perdita del gusto e dell’olfatto, ma anche l’uso di alcune medicine.

Inappetenza anziano rimedi

Stimolare appetito adulti con una dieta per anziani è fondamentale perché col passare, cambia sì il fisico, si spendono meno energie, ma non per questo si deve trascurare l’alimentazione. Cosa fare per stimolare l appetito in caso di un anziano che rifiuta il cibo? Innanzitutto potete provare così:

  • pasti frequenti e leggeri: la regola da seguire prevede di effettuare almeno tre pasti al giorno, senza saltare mai la colazione. Un’ottima soluzione è quella di aumentare le quantità dei nutrienti piuttosto che fare affidamento solo sulle porzioni;
  • idratarsi molto: gli anziani hanno sempre bisogno di bere, non meno di 10 bicchieri di acqua al giorno. Attenzione poi al consumo di alcolici e bevande gassate, che sarebbero da evitare;
  • mangiare insieme: come per ognuno, anche per gli anziani condividere il pasto con qualcuno è sicuramente uno stimolo in più;
  • non sottovalutare gli effetti collaterali dei farmaci: alcuni farmaci rilasciano in bocca sapori sgradevoli, ecco che provare a fare qualche risciacquo orale può migliorare la situazione.

Integratori per anziani inappetenti: servono per aumentare appetito?

Ci sono molti integratori per anziani deboli, tra questi i più consigliati in tali situazioni sono tutti quelli ricchi dei nutrienti fondamentali per il loro fabbisogno giornaliero. Non si possono non ricordare la vitamina A, fondamentale per la vista e la pelle, ma anche la vitamina B, utile per la buona salute del sistema nervoso, del fegato e del metabolismo generale. Per qualsiasi altro dubbio in merito all’alimentazione anziani non esitate a contattare il medico di fiducia.