I saturimetri, guida alla scelta dei migliori

I saturimetri portatili da dito hanno ricevuto, negli ultimi mesi, un’attenzione crescente in tutti i Paesi del mondo. Si tratta di dispositivi dalle dimensioni ridotte e compatte, molto pratici. Consentono di rilevare i parametri vitali in qualsiasi momento. Questo significa che non si avrà nessuna difficoltà a portare sempre con se l’apparecchio, in modo da poter controllare in qualsiasi momento i parametri vitali. In particolare, la maggior parte dei saturimetri misura il battito cardiaco e il livello di ossigeno nel sangue. Il livello di ossigeno nel sangue è un dato di estrema importanza. E’ in grado di informarti sul funzionamento dei polmoni. Un loro cattivo funzionamento può essere rilevato da una scarsa ossigenazione del sangue. È importante comprendere a fondo quali siano le funzioni che contraddistinguono questi dispositivi.

I saturimetri e le loro funzioni

I saturimetri servono soprattutto per rilevare la frequenza cardiaca e lo SpO2. Ossia la saturazione di ossigeno dell’emoglobina presente nel sangue arterioso, indicatore del corretto funzionamento del sangue.
Il saturimetro, detto anche pulsossimetro, è ideale per scongiurare qualsiasi problematica a livello respiratorio. In particolare, in soggetti che soffrono di pressione alta e di diabete, ma anche nel caso si donne in gravidanza. In questi casi infatti, è particolarmente importante tenere sotto controllo i battiti cardiaci ed il livello di ossigeno nel sangue. Lo strumento è utile anche per gli sportivi. Potranno monitorare l’andamento della frequenza cardiaca e il livello di ossigenazione del sangue durante gli allenamenti più intensi. È importante sottolineare che l’utilizzo di questi dispositivi è del tutto indolore, e può essere utilizzato da persone di ogni fascia di età, compresi anziani e bambini.
Il ventaglio d’offerta di questi dispositivi portatili è davvero ampio. La possibilità di scegliere tra centinaia di modelli è un fattore sicuramente positivo. Ma porta con sé anche molta confusione. In effetti è opportuno tenere in considerazione diversi parametri. La qualità dei materiali, l’efficienza della tecnologia utilizzata, la leggibilità del display.