Stress, soluzioni diverse per uomini e donne: c’è chi preferisce il sesso

Per contrastare lo stress, uomini e donne si affidano a soluzioni radicalmente opposte. Lo conferma una ricerca britannica.

 

Alcuni termini hanno ottenuto una popolarità estrema nel linguaggio comune. Tanto da essere tirati in ballo anche in situazioni che non li richiederebbero o che, quantomeno, non risultano conformi al loro significato.

Uomini donne stress
Foto: Canva

È piuttosto semplice, ad esempio, attribuire allo stress le più disparate sintomatologie. Da effetti sulla pelle a tic nervosi, da difficoltà nel riposo notturno a stati di ansia: tutto, o quasi tutto, almeno una volta imputato a una condizione di stress. E non è per nulla detto che tali affermazioni siano tutte arrivate da fonti mediche. Molto spesso è la “medicina” domestica ad attribuire tali sintomi a un eccessivo stato di ansia o agitazione. Il che, qualche volta, non è nemmeno sbagliato in linea di massima. È chiaro però che raramente una diagnosi fatta in casa può realmente essere azzeccata. Anche perché, secondo un recente studio, gli stati di stress si manifesterebbero in forme insospettabili e, addirittura, gli sfoghi sarebbero radicalmente diversi fra maschi e femmine.

Nello specifico, sono stati i ricercatori della Northumbria University, nel Regno Unito, a scandagliare la psiche di coloro soggetti a condizioni di forte stress, analizzando più che altro i rimedi volto ad ammortizzare tali stati. Come detto, i comportamenti differiscono a seconda che a soffrire la condizione sia un uomo o una donna. Interessante notare come gli sfoghi siano legati ad azioni radicalmente diverse. Ad esempio, le donne tenderebbero a esorcizzare tale stato rifugiandosi nel cibo. O comunque a mangiare più del dovuto e in momenti della giornata solitamente destinati al desinare. Per gli uomini il discorso è diverso.

Cibo o sesso: ecco come combattono lo stress donne e uomini

I ricercatori britannici hanno appurato, su un campione di 115 e 250 donne, una tendenza radicalmente diversa nelle azioni di contrasto allo stress. Per le donne, come detto, l’apporto del cibo è decisamente importante. Addirittura la metà delle intervistate ha affermato di cercare conforto nel proprio frigorifero, mentre solo un terzo degli uomini ha confermato di fare altrettanto. Qual è, dunque, la predilezione dei maschi in fatto di antidoti ai periodi stressanti? Non stiamo parlando di numeri elevati (appena il 27%) ma è comunque la tendenza predominante: gli uomini utilizzerebbero maggiormente sesso e pornografia. Per le donne, invece, tale espediente è decisamente meno ricercato: solo l’11% delle intervistate si affida a questo piuttosto che al cibo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Non è questione di chissà quale meccanismo cerebrale. Semplicemente, chi opta per il sesso riceve il “conforto” delle endorfine, rilasciate in gran quantità durante l’atto. La sensazione di piacere generata, infatti, agirebbe a tutti gli effetti come un farmaco naturale. Per quel che riguarda il cibo, invece, la tendenza maggiore è al consumo di grassi e dolci. Questo perché l’aumento di cortisolo, ossia l’ormone dello stress, si registra proprio nei momenti di tensione nervosa. L’organismo è stimolato nella sovrapproduzione di insulina e, di conseguenza, il soggetto tenderà a ricercare l’apporto di cibi estremamente calorici, sia dolci che salati. Soluzioni diverse ma, in entrambi i casi, è bene imparare a dominare le proprie sensazioni.