Serie A, chi sono gli allenatori che guadagnano di più?

Le squadre di Serie A, specialmente quelle di vertice, hanno deciso negli ultimi anni di investire soprattutto in allenatori.

A corto di fondi per grandi acquisti di calciatori, le squadre del massimo campionato italiano si sono affidati a grandi nomi per far fruttare al massimo le proprie rose.

Serie A
Adobe Stock

Da Allegri alla Juventus a Mourinho alla Roma, fino ad arrivare ad Inzaghi all’Inter però, non sempre questi progetti stanno maturando i risultati sperati. Ma quanto prendono di stipendio ogni anno questi allenatori? Quali sono i più pagati della Serie A e quali invece rimangono infondo alla classifica?

Serie A, chi sono gli allenatori?

Da qualche anno le squadre di Serie A, soprattutto quelle grandi e medio grandi, preferiscono affidarsi ad allenatori importanti piuttosto che fare grandi investimenti nella rosa di calciatori a loro disposizione. Questo dipende soprattutto dalla scarsa quantità di fondi a disposizione rispetto alle altre grandi squadre europee, che possono offrire stipendi più alti ai giocatori e superare le offerte delle squadre italiane per i cartellini.

Gli allenatori delle squadre di calcio di Serie A però rimangono soprattutto nomi italiani o legati all’Italia e alla sua cultura calcistica. Dei venti che siedono sulle panchine del massimo campionato, diciassette sono italiani. Dei tre rimasti due hanno vissuto una parte consistente della loro carriera da calciatori o allenatori in Italia, l’allenatore della Sampdoria Stankovic e quello del Torino Juric. 

Unica eccezione a questa regola è quindi l’allenatore della Roma José Mourinho. Si tratta dell’unico allenatore a provenire dall’estero. Mourinho ha sì allenato in Italia, vincendo il triplete (Campionato, Coppa Nazionale e Champions League) con l’Inter, ma ha comunque passato molti più anni in squadre estere che in Italia. Questa tendenza riflette la peculiarità del calcio italiano, che non segue le tendenze del calcio europeo molto facilmente. Non è un caso che l’ultimo trofeo internazionale vinto da un’italiana, la Conference League dello scorso anno, l’abbia ottenuto proprio la Roma guidata da Mourinho.

La classifica degli allenatori più pagati

Per assicurarsi allenatori di prestigio le Squadre di Serie A spendono moltissimo. Al netto delle tasse, le 20 società del massimo campionato pagano quasi 50 milioni ogni anno. Ma chi sono quindi i più pagati? Ecco la classifica stimata dal Corriere della Sera:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • Massimiliano Allegri (Juventus) – 7 milioni
  • José Mourinho (Roma) – 7 milioni
  • Simone Inzaghi (Inter) – 4 milioni
  • Stefano Pioli (Milan) – 4 milioni
  • Luciano Spalletti (Napoli) – 3,2 milioni
  • Maurizio Sarri (Lazio) – 3 milioni
  • Gian Piero Gasperini (Atalanta) – 3 milioni
  • Ivan Juric (Torino)- 2 milioni
  • Vincenzo Italiano (Fiorentina) – 1,7 milioni
  • Thiago Motta (Bologna) – 1,2 milioni
  • Alessio Dionisi (Sassuolo) – 0,85 milioni
  • Davide Nicola (Salernitana) – 0,8 milioni
  • Dejan Stankovic (Sampdoria) – 0,7 milioni
  • Paolo Zanetti (Empoli) – 0,6 milioni
  • Gabriele Cioffi (Verona) – 0,5/0,6 milioni
  • Luca Gotti (Spezia) – 0,5 milioni
  • Marco Baroni (Lecce) – 0,45 milioni
  • Andrea Sottil (Udinese) – 0,3 milioni
  • Raffaele Palladino (Monza) – 0,2 milioni
  • Massimiliano Alvini (Cremonese) – ?

In testa troviamo l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri e quello della Roma José Mourinho. Pur non avendo fin qui ottenuto grandi risultati in campionato, sono di gran lunga i più pagati. La guida tecnica della capolista Napoli prende invece 3,2 milioni di euro l’anno, tre milioni invece Gian Piero Gasperini, a capo di una delle realtà provinciali più sorprendenti degli ultimi anni, l’Atalanta. Nelle parti basse della classifica troviamo sorprendentemente Andrea Sottil, allenatore della sorpresa di questo inizio di Serie A 2022/2023, l’Udinese che si ritrova a ridosso della zona Europa.