Bonus acqua, finalmente è realtà: tutto ciò che serve per ottenerlo

Finalmente una buona notizia per i cittadini italiani. Arriva il bonus che risolverà, si spera, tantissimi problemi.

Di questi tempi i cittadini non attendono altro che un aiuto concreto da parte dello Stato. Sono in molti, oggi a versare in condizioni letteralmente drammatiche, schiacciati dalle dinamiche indotte dalla terribile crisi che si è abbattuta sul nostro paese. Di questi tempi immaginare soluzioni veloci per far fronte agli impegni non è certo facile. Proprio per questo in questa fase, più che mai ci si aspetta un aiuto sostanziale da parte dello Stato.

Bonus 150 euro novembre
Fonte Adobe Stock

Di questi tempi l’attenzione dei cittadini è tutta orientata a cercare nuove opportunità di risparmio. In questa terribile fase, infatti, risulta più che mai complicato far fronte a tutti gli impegni che riguardano il quotidiano dei cittadini. Fare la spesa, la benzina all’automobile, pagare le bollette. Parliamo di dinamiche che hanno tutte risentito, in quanto ad alterazione dei prezzi, spesso assolutamente fuori da ogni logica. I cittadini non sempre riescono a gestire il tutto.

La questione bollette è più che mai diventata cruciale in questo preciso momento storico. Gli italiani soffrono il sovraccarico di impegni e soprattutto la corposità, per dirla in un certo modo, di questi ultimi. Molte famiglie ormai non arrivano a fine mese e sono costretti a mancare i pagamenti delle utenze, numerose aziende chiudono perchè trovatesi di colpo di fronte a fatture anche a sei zeri da rispettare, per quel che riguarda le utenze. La situazione insomma è davvero drammatica.

Un aiuto importante, potrebbe arrivare dallo Stato, cosi come si invoca ormai ad alta voce da mesi. Pian piano qualcosa comincia a muoversi tra quelle dinamiche che potrebbero portare respiro alle famiglie, schiacciate più che mai da impegni troppo importanti per le proprie disponibilità. In questo preciso momento storico il compito di chi governa è quello di trovare soluzioni alle troppe problematiche che ormai gravano sui cittadini. La speranza in questo senso sembra in alcuni casi giunta a significative novità.

La buona notizia arriva dal bonus acqua 2022. Un aiuto che mira a sostenere i cittadini per quel che riguarda il pagamento delle bollette per l’appunto dell’acqua in questo particolare momento storico, condito di disagi e problematiche varie. Chiaramente il tutto sarà rivolto a quanti vivono situazioni di maggior disagio. La misura in questione, infatti, si concretizzerà in un aiuto sostanziale di natura economica offrendo di fatto 50 litri di acqua gratis al giorno a persona, per le famiglie indicate.

Bonus acqua, finalmente è realtà: a chi spetta e come fare richiesta

Il bonus bollette 2022 quindi spetterà a quanti rientreranno in specifici requisiti reddituali. Rispetto allo stessa misura dello scorso anno inoltre sarà prevista una estensione della stessa iniziativa a circa 200mila nuove famiglie, questo in base all’aumento della soglia Isee necessaria per accedere allo stesso bonus.

I requisiti richiesti, di fatto saranno i seguenti:
  • avere un indicatore Isee fino a 8.256 euro (da 8.107,5 euro valido per il 2022) se singoli;
  • avere un indicatore Isee fino a 20.000 euro in presenza di almeno 4 figli a carico;
  • essere cliente diretto o indiretto.

In merito alla definizione di cliente diretto o indiretto è bene precisare che nel primo caso si intende un utente titolare di un contratto di fornitura d’ acqua ad uso domestico, mentre nel secondo caso si intende la persona che non è titolare del contratto di fornitura d’acqua ma usufruisce di fatto di un contratto condominiale.

La domanda che consente di avere accesso al bonus va dunque presentata al proprio Comune di residenza allegata alle seguenti documentazioni:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • attestazione Isee;
  • modulo di richiesta (Modulo A che si può scaricare dal sito dell’AGAte);
  • autocertificazione di componenti del nucleo familiare;
  • eventuale autocertificazione di famiglia numerosa;
  • eventuale delega, nel caso in cui la domanda non possa essere presentata direttamente dall’utente ma, appunto, da un delegato.

La stessa domanda può inoltre essere presentata in alternativa a CAF, e Comunità montane utilizzando gli appositi moduli. Nel momento in cui il Comune di residenza del richiedente accetta la domanda, il cittadino troverà il bonus in questione direttamente all’interno della bolletta con sconto di 50 litri d’acqua al giorno per persona. La misura in questione avrà durata di 12 mesi dalla data del primo sconto in bolletta. Alla scadenza di tale periodo sarà possibile richiedere nuovamente la misura qualora dovessero persistere i requisiti richiesti. Un vantaggio davvero importante per i cittadini italiani in una fase storica assolutamente drammatica.