Zaratustra, chi è? Frasi, film, religione, pensiero

Zaratustra è una figura che ha influenzato enormemente numerose opere. Il suo pensiero, così come la sua filosofia di vita, è il fulcro di un film del 2001 intitolato Così parlò Zaratustra e del celeberrimo libro Così parlò Zaratustra, opera del noto filosofo teutonico Friedrich Nietzsche. Ad ogni modo, ciò che affascina più di tutto è l’anima religiosa di questo profeta iranico che è conosciuto dai più anche con il nome di Zoroastro. Per approfondire meglio questa figura affascinante, occorre fare il punto della situazione su tutti i riferimenti che lo riguardano citando, nel contempo, anche qualche frase celebre che è rimasta nella storia.

Religione e pensiero di Zaratustra

La religione zoroastriana è un vero e proprio culto monoteista basato sugli scritti di Zaratustra, vissuto molto probabilmente tra il XI e il VII secolo a. C. C’è da dire che questo credo fu quello che venne maggiormente seguito nelle regioni iraniche dell’Asia centrale. Gli insegnamenti che caratterizzano la religione e il pensiero del profeta sono piuttosto chiari. Difatti, egli fu il primo a definire la netta distinzione tra Bene e Male e ad approntare una teoria su quella che è l’unicità di Dio.

Le influenze esercitate da questa visione investirono sia la religione ebraico-cristiana che la filosofia greca, autentica istituzione delle discipline umanistiche. Inoltre, la ventata di innovazione dal punto di vista concettuale portata da Zaratustra convinse persino il popolare Pitagora ad attingere dai suoi insegnamenti. In questo modo, sviluppò i principi della natura che migliorarono sensibilmente il suo talento creativo. L’affermazione del zoroastrismo passa anche attraverso dei concetti che, ancora oggi, sono in grado di rivoluzionare abitudini e atteggiamenti dell’uomo moderno. A cominciare dal rispetto per l’ambiente per poi passare alla parità sessuale tra uomo e donna, i quali vantano i medesimi diritti per convivere all’interno di una società.

Le frasi più celebri del profeta iranico

Il concetto secondo cui Dio è unico spinse Friedrich Nietzsche alla realizzazione di un libro che qualificava l’ascesa spirituale e trascendentale dell’uomo. Insomma, una sorta di percorso interiore teso verso quello che sarà l’avvento del cosiddetto oltreuomo. Quest’ultimo si discosta dai precetti religiosi per rifugiarsi in una sorta di nichilismo assoluto. L’opera letteraria Così parlò Zaratustra ispira e fornisce spunti di livello assoluto che vengono ripresi anche da opere di altro genere – come il sopracitato Così parlò Zaratustra, un film del 2001 diretto da Jon Vomit.

Dinanzi ad una così vasta gamma di emozioni, di sensazioni e di idee da sviluppare, non si possono non citare alcune frasi celebri tratte proprio dal libro in questione:

  • Così parla ogni grande amore: il quale supera anche il perdono e la compassione. Bisogna tenere fermo il proprio cuore; poiché, se lo si lascia andare, ben presto se ne va via anche la testa. (Friedrich Nietzsche)
  • Dove non si può amare, bisogna passare oltre. (Friedrich Nietzsche)

Infine, occorre menzionare anche una frase del celebre profeta iranico come la seguente:

  • Le mani protese verso di te, o Mazda, io ti prego per intercessione di Vohu Manah, il tuo Spirito d’amore, e verso di te, o Asa, ordine e rettitudine, ti prego di poter godere la luce della saggezza e la coscienza pura. (Inni, Zaratustra)