Digitale Terrestre, il 20 dicembre c’è lo switch off: scopri se la tua TV è compatibile

Il 20 dicembre 2022 sarà il giorno del definitivo switch off. Il vecchi0 digitale terrestre si spegnerà.

La codifica Mpeg-2 lascerà spazio a quella Mpeg-4 e ai canali in alta definizione, e non tutti i televisori potranno riceverla.

digitale terrestre
Eco di Milano

In caso la propria TV sia troppo vecchia per ricevere i canali con la nuova codifica, sarà necessario acquistarne una nuova oppure un decoder che possa convertire il segnale. Grazie ad esso sarà possibile vedere tutti i canali che si ricevevano in precedenza ma con una qualità migliore. In generale le televisioni più vecchie di cinque anni sono a rischio di non ricevere questa nuova codifica, ma esiste anche un metodo certo per ottenere una risposta alla domanda sul nuovo digitale terrestre.

Perché lo switch off

Era il 2006 quando in Italia si cominciò per la prima volta a parlare di televisione digitale. Lentamente su tutto il territorio italiano la vecchia TV analogica fu sostituita, in uno switch off totale che avvenne solo nel 2012. Decoder e nuove televisioni riempirono le case degli italiani che abbandonarono la vecchia interferenza granulare e le immagini del tubo catodico, accogliendo il digitale terrestre.

Dopo dieci anni, ora è il momento di un nuovo passo in avanti. Le ragioni per cui si passerà ad una nuova codifica per il digitale terrestre sono due. Una a a che fare con la televisione stessa, ed è il miglioramento della qualità delle immagini. Come sanno tutti coloro che utilizzano internet per guardare film e programmi, l‘alta definizione (1280p x 720p) è ormai uno standard minimo, spesso superato, ma a cui la televisione tradizionale non si è ancora adattata.

Grazie al passaggio alla codifica Mpeg-4 sarà possibile vedere i canali finalmente in alta definizione, ma questo non è l’unico motivo. La decisione di spostare il digitale terrestre su nuove frequenze, serve per liberarne altre per il passaggio dei dati dell’internet mobile veloce, il 5G. Questo permetterà di portare internet con velocità equivalenti alla banda larga su tutto il territorio nazionale, fondamentale in un paese che ancora ha difficoltà nella diffusione della fibra ottica.

Come capire se la propria TV riceverà il nuovo Digitale Terrestre

In questi mesi ci sono stati tanti piccoli cambiamenti nei canali televisivi. Risintonizzazioni, canali provvisori e interferenze sono ormai molto comuni, e questo potrebbe aver confuso gli utenti. Come capire se la propria televisione o il proprio decoder sono pronti ad affrontare lo switch off e adeguati al passaggio alla codifica Mpeg-4?

Esiste un metodo infallibile che tutti possono provare tranquillamente da casa propria. Basta infatti accende il proprio televisore e andare sul canale 100 o 200. Se andandoci appare a schermo la scritta “Test HEVC Main 10”, allora la propria TV o il proprio decoder sono pronti allo switch off. In caso contrario bisognerà cambiare apparecchio o adeguarsi alla nuova realtà con un decoder.

Per chi ha una televisione troppo vecchia per ricevere la nuova codifica Mpeg-4 infatti, le soluzioni sono due. O si acquista un decoder, esattamente come quelli che permettevano di ricevere il digitale terrestre sui vecchi modelli a tubo catodico durante il primo switch off del 2006, oppure acquistare una nuova televisione. Tutti i modelli più recenti ricevono senza problemi la nuova codifica, e permettono la visione di tutti i canali ricevuti in alta definizione. Ovviamente il decoder è la scelta meno costosa: molti modelli non superano i 30 euro di prezzo.

Impostazioni privacy