Rottamazione ter, ultima chiamata: la scadenza è vicinissima, poi…

Occhio alle rate della rottamazione ter, in quanto la scadenza è vicinissima. Ecco entro quando mettersi in regola.

In tanti potranno beneficiare della rottamazione Ter che consente di non pagare gli interessi e le sanzioni sui debiti assunti nei confronti dello Stato. Ma attenzione, in quanto la scadenza è vicinissima. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

rottamazione ter
Foto © AdobeStock

Ormai da oltre due anni a questa parte ci ritroviamo a dover fare i conti con tutta una serie di eventi che hanno un impatto negativo sulle nostre esistenze dal punto di vista sia sociale che economico. In molti registrano delle minori entrate e per questo motivo riuscire a fronteggiare le varie spese risulta sempre più complicato.

Se tutto questo non bastasse la vita è piena di imprevisti, con tante persone che temono le possibili conseguenze a causa di alcuni debiti pregressi con il Fisco. Proprio in tale ambito interesserà sapere che in molti potranno beneficiare della rottamazione Ter che permette di non pagare gli interessi e le sanzioni sui debiti assunti nei confronti dello Stato. Ma occhio alle date, in quanto la scadenza è vicinissima. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Rottamazione ter, occhio alle rate, la scadenza è vicinissima: tutto quello che c’è da sapere

Occhio alle possibili conseguenze derivanti da alcuni debiti pregressi con l’Agenzia delle Entrate. A tal proposito abbiamo già visto come anche nel corso del 2022 sia possibile richiedere la rateizzazione del pagamento delle cartelle esattoriali. Sempre in tale ambito, inoltre, è bene sapere che in tanti potranno beneficiare della rottamazione Ter.

Occhio però alle date, in quanto la scadenza è vicinissima. Ma di quale si tratta? Ebbene, a tal proposito ricordiamo innanzitutto che la rottamazione Ter concerne tutte quelle cartelle esattoriali notificate nel periodo che va dal 1° gennaio del 2000. Grazie a questo provvedimento i soggetti interessati possono versare le rate delle cartelle esattoriali, che sono scadute nel corso del 2020 e del 2021.

Il 28 febbraio, il 31 maggio e i 31 luglio i soggetti interessati hanno già dovuto provvedere al pagamento delle prime tre rate. Il termine ultimo per pagare la quarta rata, invece, è fissato al prossimo 30 novembre 2022. Proprio questa, quindi, è la data da segnare sul calendario per quanto concerne il versamento delle rate della Rottamazione Ter.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Nel caso in cui non si rispettano tali tempistiche, allora bisognerà pagare anche gli interessi e le sanzioni. Ma non solo, il soggetto interessato non potrà ottenere una dilazione del pagamento, con l’Agenzia delle Entrate che potrà anche procedere, se necessario, con l’esecuzione forzata.