Truffa del codice Iban, attenzione: in questo modo vi prosciugano il conto

Occhio alla truffa del codice Iban, in quanto in questo modo i malintenzionati riescono a prosciugare il vostro conto. Ecco cosa sta succedendo.

Brutte notizie per molti correntisti che rischiano a causa di questa truffa di vedersi prosciugare i propri risparmi. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

truffa iban
Foto © AdobeStock

A partire dallo smartphone fino ad arrivare al personal computer, sono davvero molti i dispositivi tecnologici a nostra disposizione, grazie ai quali comunicare con amici, parenti e aziende anche geograficamente distanti da noi. Oltre ai tanti vantaggi, però, non bisogna sottovalutare anche i possibili tranelli.

Ne è una chiara dimostrazione l’invito della Polizia Postale di stare attenti all’ennesimo tentativo di truffa sul web, questa volta riguardante il pellet. Sempre in tale ambito, inoltre, giungono brutte notizie per molti correntisti che rischiano a causa di questa truffa di vedersi prosciugare i propri risparmi. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Truffa del codice Iban, attenzione: tutto quello che c’è da sapere

Occhio ai vostri risparmi, in quanto i malintenzionati sono sempre pronti a prosciugare i nostri conti. Diversi i tentativi di truffa in cui si rischia di imbattersi, come la tecnica del “man in the mail“. Attraverso quest’ultima alcuni malviventi riescono ad intrufularsi nella conversazione mail con il venditore per estorcere del denaro al malcapitato di turno.

Ma come è possibile? Ebbene, quando si conclude un acquisto online il venditore provvede a comunicare il proprio codice Iban per poter ricevere il pagamento. Generalmente questo tipo di comunicazione avviene tramite e-mail. Proprio in questo il truffatore entra in azione.

In pratica inserisce il proprio codice Iban al posto di quello del venditore nella comunicazione inviata. L’acquirente finisce così per effettuare il bonifico a favore del truffatore, anziché del venditore. Sempre il truffatore, inoltre, provvede a svuotare il proprio conto e a trasferire il denaro illecitamente ottenuto su dei conti correnti esteri.

Una truffa che rischia purtroppo di far cadere in molti nella trappola. Ma come difendersi? A tal fine, ovviamente, è importante prestare sempre la massima attenzione alle comunicazioni che giungono tramite mail o sms.

In particolare si consiglia innanzitutto di diffidare di improvvisi cambi di codice Iban. In caso si dubbio si consiglia di contattare telefonicamente il proprio venditore, in modo tale da chiedere conferma del cambio in questione.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo