Assicurazione online, se sbagli ti ritirano pure la patente: la doppia beffa

Cercando di risparmiare sulla RCA online si rischia di incappare in truffe di false assicurazioni. I rischi sono alti.

Circolare senza RCA, o semplicemente avere un’auto in un’area non privata che non sia coperta da assicurazione, è passibile di pene molto alte.

truffe RCA
Adobe Stock

Questo perché le automobili devono per legge essere assicurate per la responsabilità civile contro terzi. Questo perché sono estremamente pericolose per i danni che possono causare ad altri negli incidenti, e lo Stato deve assicurarsi che, in ogni caso, la vittima di un sinistro riceva il pagamento adeguato ai danni che ha incolpevolmente ricevuto nel contesto dell’incidente.

A cosa serve la RCA?

L’assicurazione della macchina è una delle spese più importanti per una famiglia, e anche tra quelle il cui ritorno è meno ovvio. Ogni anno bisogna pagare centinaia di euro anche se non si fanno incidenti, ma è la legge che obbliga tutte le auto ad essere assicurate. Con i nuovi sistemi telematici poi, le forze dell’ordine possono facilmente controllare quali automobili non risultino assicurate e, se trovate a circolare o anche solo a sostare in un’area pubblica, il proprietario può ricevere una considerevole multa e anche altre sanzioni amministrative.

Il problema è che la RCA è fondamentale per far funzionare il codice della strada. Le automobili sono infatti mezzi estremamente pericolosi non solo per chi li guida, ma per chiunque stia su una strada. Ogni anno migliaia di persone muoiono a causa degli incidenti stradali, e i danni causati da essi alle cose sono incalcolabili. Non si può imporre che tutti siano assicurati contro i danni provocati da altri a sé stessi in questi contesti, perché significherebbe scaricare il peso del rischio sulle vittime.

Per questa ragione si impone a chi decide di possedere un’auto di prendersi la responsabilità dei danni che potrebbe causare. La RCA, quindi l’assicurazione per i danni causati a terzi, garantisce di risarcire la vittima di un incidente in caso di sinistro per i danni materiali subiti.

Occhio alle truffe! Quali sono i rischi?

Il costo significativo della RCA spinge molti a cercare alternative. Spesso le polizze online sono più convenienti di quelle stipulate di persona, ma esistono anche delle trappoli. Intere compagnie di assicurazione possono essere fittizie, e truffare il malcapitato sottraendogli soldi in cambio di un tagliando falso. In questo caso, l’autorità vedrà l’automobile come non assicurata, e quindi in caso di controllo provvederà a applicare le sanzioni amministrative previste dalla legge, anche se di fatto il colpevole è in questo caso vittima.

Le sanzioni sono molto alte per chi cade nelle Truffe RCA: si va da da 866 euro a 3.464 euro di multa se si viene fermati senza assicurazione, con conseguente sequestro immediato del veicolo. Per i recidivi si rischia anche la sospensione della patente, nonostante non si sia compiuta nessuna violazione. Il periodo di sospensione può arrivare fino a due mesi. Grazie ai sistemi informatici, dal 2015 non è più necessario esporre il tagliando sulla macchina. In ogni caso è sempre bene tenere il proprio contratto di assicurazione all’interno dell’automobile, per dimostrare di essere in possesso di una copertura assicurativa.