La rivoluzione dei bancomat: quello che sta accadendo cambierà tutto

L’introduzione dell’ATM, meglio conosciuto da come bancomat, solo pochi decenni fa, ha rivoluzionato il rapporto tra banche e clienti.

Questo sistema, infatti, permetteva e permette di effettuare prelievi senza dover entrare in un istituto e perdere tempo con file interminabili.

Bancomat fonte pixabay
Bancomat fonte pixabay

Un bancomat ha un costo elevato per un istituto finanziario, non consente controlli immediati sui prelievi e rappresenta un ostacolo palese alla lotta contro l’evasione fiscale.

Se la sua introduzione ha portato innegabili vantaggi, oggigiorno il bancomat, nell’era in cui ci si allontana sempre di più dall’uso del contante, nell’era dei pagamenti digitali e della necessità di rafforzare i controlli sui conti correnti dei contribuenti, è considerato inevitabilmente obsoleto.

Le istituzioni bancarie, infatti, gioco forza, di fronte alla crisi (sì ne hanno sofferto e ne soffrono anch’esse!), stanno cercando con sempre maggiore insistenza di tagliare le spese superflue.

In questo senso sono a rischio chiusura sia gli ATM sia le classiche filiali “fisiche”. I costi di manutenzione degli sportelli e la manutenzione infatti, risultano essere una spesa rilevante per le banche.

In questo contesto, quindi, avere a disposizione una carta prepagata permette di evitare situazioni in cui non si riesce a trovare un bancomat nelle vicinanze.

Le transazioni digitali sono il futuro. I pagamenti elettronici, ad oggi, possono essere effettuati sia tramite carte reali che tramite smartphone. Nonostante questi sistemi presentino degli svantaggi, non ultimo un’eccessiva tracciabilità che fa storcere il naso in termini di privacy, si propongono come molto efficaci.

Qualsiasi funzione relativa alla carta può essere gestita oggi tramite una pratica applicazione, con analisi del budget e delle spese oltre a tante altre interessanti funzioni.

Nel complesso, la digitalizzazione dei pagamenti unisce le funzioni più innovative legate alle transazioni digitali, alla possibilità di ridurre i conti e oltre tutto di monitorare tutti i nostri movimenti di denaro.

Molto presto le filiali utilizzate per i prelievi di Contanti potrebbero rivelarsi solo un vecchio ricordo. Alcuni istituti già bancari che si stanno muovendo per effettuare questa eliminazione definitiva.

I consumatori si trovano oggi ad affrontare una grande rivoluzione. Alcune banche stanno già lavorando da tempo per fare questo notevole cambiamento. Al fine di ridurre la circolazione del contante e i costi inerenti alle operazioni, è prevista l’eliminazione dei prelievi presso gli ATM.

A questo punto ci domandiamo tutti quale sarà il futuro dei pagamenti. Davvero il denaro sarà solo digitale e non potremo toccarlo con mano?