Assicurare gli immobili di pregio: è possibile?    

Assicurare un immobile è una tradizione per lo più d’oltreoceano ma, di recente, questa consuetudine si sta diffondendo anche nel nostro Paese. In Italia le assicurazioni più in voga sono proprio quelle obbligatorie, mentre per quelle che appartengono al ramo delle facoltative c’è ancora poca consapevolezza circa la loro importanza.

Questo è vero soprattutto per l’assicurazione per la casa, un prodotto che permette di dormire sonni tranquilli rispetto a una serie di problematiche e imprevisti che possono sempre capitare. Per chi volesse approfondire l’argomento oggi spiegheremo in dettaglio come funziona l’assicurazione per la casa e le ragioni per cui andrebbe sempre stipulata a copertura di un immobile di pregio.

Come funziona questa tipologia di polizza?

L’assicurazione per la casa si differenzia per tipologie, contratti e compagnie assicurative in termini di copertura. La modalità è simile alle altre polizze per cui è previsto un premio, un massimale e delle franchigie che determinano le coperture e il costo del premio. Alla polizza base è sempre possibile aggiungere prestazioni integrative come protezioni da grandine, tempeste, fulmini, danni alle tubature, esplosioni e così via.

È ovvio che chi vive in zone esposte a eventi naturali pericolosi come inondazioni, terremoti e simili propenderà per i prodotti assicurativi contro danni provocati da eventi naturali ma questi non sono i soli da cui bisogna proteggersi. Nello specifico questo genere di polizze è stato incoraggiato dal Governo per incentivarne l’utilizzo dal momento che il nostro Paese è spesso colpito da disastri naturali e, difatti, prevede una detrazione del 19% sul premio annuale pagato.

Le coperture previste

A ciò si aggiungono le coperture per altri danni accidentali che, nel caso dell’immobile di pregio, possono rivelarsi anche parecchio costosi. L’assicurazione per la casa, quindi, può coprire anche i danni arrecati a un edificio e quelli subiti dalle persone che vivono al suo interno, a eccezione del proprietario.

L’immobile di pregio è al tempo stesso un bene e un investimento. Per tali ragioni deve essere protetto in modo opportuno da qualsiasi evenienza proprio come avviene stipulando un’assicurazione per la casa. Per procedere basta verificare la copertura, la presenza di immobili limitrofi e i valori che rientrano nelle protezioni e nelle garanzie esposte dal contratto.

Maggiori sono le garanzie e maggiore sarà la copertura della polizza per cui, nel caso di un immobile di pregio, conviene pensare a qualsiasi evenienza, includendo anche furto, incendio e danni accidentali.

Polizze simili da non confondere con quella per la casa

Bisogna distinguere questa polizza da quelle che tutelano i beni conservati al suo interno perché si tratta di un tipo differente di assicurazione. Inoltre non bisogna confondere l’assicurazione per la casa con quelle alla persona e per casi specifici come incendio e furto occorre sempre valutare attentamente cosa è riportato nel contratto. Per esempio in caso di furto la polizza casa non copre il materiale portato via ma solamente i danni causati dall’atto di effrazione per il quale, tuttavia, si procederà sempre ad un accertamento da parte del perito.

Ad ogni modo la polizza per gli immobili di pregio è la soluzione ottimale da utilizzare per tutelare l’immobile nella sua interezza ed è la base di partenza a cui abbinare anche altri prodotti in base alle proprie esigenze.

Tra questi segnaliamo le coperture per furto e incendio ma anche quelle per i guasti tecnici e per tutti quei danni che possono causare conseguenze anche su altri immobili e far scaturire richieste di risarcimento. Infine ribadiamo l’importanza dell’assicurazione per la casa contro gli eventi naturali, un tipo di copertura sempre conveniente dal momento che nulla di quanto appena menzionato sin qui è, per sua natura, prevedibile.