Conoscete la dieta Sirt? Ecco che cos’è e come funziona

Che cos’è la dieta Sirt? Quanti chili è possibile perdere seguendo questo particolare regime alimentare? Cerchiamo di scoprire qualcosa in più. Questo particolare regime alimentare è conosciuto anche come la dieta del gene magro, è stato messo a punto da Aidan Goggins e Glen Matten, due nutrizionisti.

Come funziona la dieta Sirt

La dieta Sirt o del gene magro si suddivide in due fasi e consente di perdere oltre tre chili già a partire dalla prima settimana. Questo regime alimentare è ipocalorico e si basa sull’azione delle sirtuine, un insieme di ben sette proteine a cui si deve la trascrizione dei geni, di legarsi alle proteine nel citoplasma e nei mitocontri per poi contrastare i processi neurodegenerativi.

Nello specifica questa dieta consente di poter mangiare una serie di alimenti per i primi giorni. La prima fase è quella ipocalorica e dura circa una settimana. Secondo i due nutrizionisti questi alimenti attivano le sirtuine e innescano un meccanismo come quello del digiuno. A ciò va aggiunto che questi alimenti sono in grado di aiutare l’organismo a bruciare le calorie assunte molto velocemente e di conseguenza anche a incrementare la massa muscolare.

Gli alimenti ideali sono: vino rosso, fragole, cavolo riccio, soia, cipolle, prezzemolo, olio extravergine di oliva, cioccolato fondente (minimo 85% di cacao), tè verde matcha, grano saraceno, curcuma, rucola, noci, peperoncino, datteri, levistico, radicchio rosso, mirtilli, capperi e caffè.

Caratteristiche degli alimenti e seconda fase

Questi alimenti sono ricchi di proprietà antiossidanti ed è consigliato consumarli quotidianamente, alternandoli però ad altri alimenti e soprattutto abbinarli a specifiche fonti proteiche come il pesce, le uova o la soia. La seconda fase della dieta Sirt prevede il consumo di tre pasti al giorno, due spuntini e almeno un succo verde. In questo periodo però possono essere consumati anche altri alimenti oltre a quelli della lista in quanto si possono aggiungere yogurt, pollo con verdure, uova, legumi, gamberi, patate, pizza, pasta, insalatone, verdura e frutta. Va da sé che come ogni regime alimentare è opportuno chiedere il parere di un medico.