Gratta e vinci, il bottino è da sogno: si inginocchia di fronte al tabaccaio

Il gioco nel nostro pase, si sa, tira molto, forse anche più del dovuto. Di questi tempi, il tutto diviene magicamente speranza.

Nell’ultimo periodo, considerati i venti di crisi che soffiano ormai senza alcuna tregua sugli italiani, il gioco sembra essere diventato una sorta di grido di speranza per milioni e milioni di cittadini. In questa fase tutto risulta essere più difficile, ingestibile, per certi versi. La precarietà, il dubbio, la consapevolezza, spesso di non poter fare molto di fronte alle difficoltà quotidiane. Il sogno, arriva dai grandi montepremi offerti dai singoli concorsi.

Baciato dalla fortuna
Adobe – Canva

Vincere, il sogno di tutti gli italiani e non solo, conquistare una cifra davvero folle e godere di quanto per fortuna capitato. Il progetto che sa di speranza è di fatto questo. Il gioco in questa dinamica acquisisce un ruolo assolutamente fondamentale. Quale altra strada, per cosi dire, potrebbe consentire di avere tra le mani un bottino a tanti zeri in pochissimi giorni? Soltanto il gioco, certo, avvalendosi chiaramente della benevola mano della fortuna.

Il sogno dei cittadini insomma, per immaginare un domani completamente diverso è di fatto questo. Avere per lo meno la tranquillità, la serenità sotto l’aspetto economico, fattore che piaccia o meno fa girare in un certo modo quasi tutto il resto. Oggi più che mai le attenzioni di giocatori sono proiettati sul Superenalotto. Il jackpot da favola mette davvero i brividi. 301 milioni di euro una somma di denaro mai vista per un concorso a premi nel nostro paese.

Il precedente primato, al Superenalotto, in quanto a sestine vincenti, è di fatto, almeno in teoria ancora in carica. Il riferimento è ovviamente alla vincita più alta finora realizzata. La giocata, in quel caso fu realizzata a Lodi, nel 2019. Bottino, 209 milioni di euro. Una cifra incredibilmente alta chiaramente ma decisamente meno entusiasmante dell’attuale jackpot. In certi casi si potrebbe quasi pensare che si tratti di una somma di denaro troppo alta per una sola persona.

In merito poi all’ultima vincita verificatasi nel nostro paese bisogna tornare indietro di più di un anno. Maggio 2021, a Montappone, nelle Marche, precisamente in provincia di Fermo, l’ultima sestina vincente estratta in Italia. 156 milioni di euro al fortunato giocatore o alla fortunata giocatrice. Il gioco è questo, sperando sempre possa essere praticato con la massima moderazione. La fortuna, il momento giusto e pochi numeri o al massimo simboli che ti cambiano la vita.

Non esiste però soltanto il Superenalotto, per fortuna si direbbe, considerando le alte vincite che caratterizzano le cronache quotidiane. C’è il Lotto, con la sua tradizione e l’abilità dei giocatori di trasformare qualsiasi situazione in numero e poi il Gratta e vinci, per molti una quotidiana sfida alla fortuna. Proprio il Gratta e vinci ha di recente regalato un vero e proprio sogno ad un cittadino pugliese, precisamente di Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi.

Gratta e vinci, il bottino è quasi milionario: 500mila euro e poi quello che non ti aspetti

Si vince nel nostro paese ed ancora una volta si vince bene. Le notizie migliori arrivano dalla Puglia, precisamente dalla provincia di Brindisi, cosi come anticipato. Francavilla Fontana è li che il fortunato giocatore, ha comprato il suo biglietto vincente del Gratta e vinci. La ricevitoria in questione è la tabaccheria gestita da Alessandro Palazzo e suo padre in via Di Vagno nel piccolo comune brindisino.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Stando a quanto dichiarato dagli stessi titolari della ricevitoria, il giocatore sarebbe una persona per niente dedita al gioco. Il fattore rende ancora più speciale la vincita in questione. Un biglietto da 10 euro e la scoperta di averne vinti ben 500mila. Il fortunato giocatore non credeva che tutto ciò potesse essere vero, quasi commosso, cosi come raccontato sempre dai titolari della ricevitoria, si è inginocchiato, dopo aver scoperto la vincita ed ha ringraziato tutti. Un momento, insomma, davvero indimenticabile.