Sigarette elettroniche, non ci crederete: cosa dimostra uno studio autorevole

Due recenti studi correlati, hanno dimostrato come il fumo fa male a prescindere da cosa si voglia fumare.

Molti fumatori, hanno deciso di passare alle sigarette elettroniche, con la speranza che queste siano meno dannose rispetto a quelle tradizionali.

la sigaretta elettronica fa male
foto adobe

Ma si tratta di una convinzione sbagliata. In quanto, due recenti studi correlati hanno dimostrato che gli effetti cardiovascolari sono simili per entrambe le sigarette. In quanto, gli effetti dannosi sulla funzione dei vasi sanguigni sono causati dalle irritazioni delle vie aeree a seguito dell’inalazione di sostanze estranee.

Dove sono stati pubblicati i risultati della ricerca

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista peer – reviewed arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology. I ricercatori, hanno verificato che sia il fumo della sigaretta tradizionale che lo svapo di quella elettronica causano disfunzione endoteliale. Ossia, l’incapacità dei vasi sanguigni di aprirsi per poter fornire sangue sufficiente al cuore e ad altri tessuti. Questo può portare a malattie cardiovascolari.

Lo studio condotto sui fumatori di sigarette tradizionali

Come detto, il primo studio è stato condotto sui fumatori di sigarette tradizionali. Misurando la capacità dei vasi sanguigni di allargarsi, prima e dopo l’esposizione al fumo diversi tipi di sigarette. Con queste caratteristiche di nicotina: quella convenzionale, quella ridotta e quelle sopracitate con l’aggiunta di mentolo. Ebbene, i risultati dello studio hanno dimostrato che in tutti i casi, vi è una riduzione della dilatazione dei vasi sanguigni. Che va dal 20% fino al 46%, a seconda della tipologia di sigaretta.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Lo studio svolto sui fumatori di sigarette elettroniche

Il secondo studio, è invece stato condotto su persone che hanno fumato sigarette combustibili, individui che hanno utilizzato prodotti per sigarette elettroniche e persone che non hanno segnalato l’uso di prodotti a base di nicotina. Nel dettaglio, lo studio è stato condotto su 120 adulti di età compresa tra i 21 e i 50 anni. Nessuno di loro, aveva malattie cardiovascolari. Come anticipato, lo studio ha rilevato che lo svapo prolungato ha gli stessi effetti negativi sulla salute dei fumatori. Quindi, dai dati si evince che le sigarette elettroniche, non solo non aiutano chi vuole smettere di fumare, ma sono anche dannose come quelle tradizionali. Una notizia importante, che va a minare la convinzione di molte che le sigarette elettroniche fossero meno dannose.