Bonus trasporti, l’incentivo parte ufficialmente: meglio fare in fretta

Con lo scopo di incentivare la mobilità sostenibile il Governo ha introdotto un sostegno economico: arriva il bonus trasporti, dal primo settembre.

A partire da giovedì 1 settembre 2022 sarà possibile accedere al sostegno economico voluto dal Governo, con lo scopo di incentivare la mobilità sostenibile. Ci stiamo riferendo al bonus trasporti che darà un aiuto economico concreto ai lavoratori, ai pendolari e agli studenti.

arriva il bonus trasporti
Adobe stock

Per ottenere il bonus trasporti occorre fare domanda a partire dalle ore 8 della mattina del primo settembre. Gli interessati dovranno inoltrare la domanda attraverso il sito predisposto dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali: bonustrasporti.lavoro.gov.it.

Arriva il bonus trasporti: di cosa si tratta e come fare domanda

Il bonus trasporti è un’agevolazione economica indirizzata alle persone fisiche e ha lo scopo di offrire un sostegno ed incentivare la mobilità sostenibile. Per accedere a tale sostegno è necessario aver conseguito, nell’anno 2021, un reddito complessivo che non sia superiore a €35.000.

Dunque, per accedere al beneficio è necessario essere in possesso di specifici requisiti reddituali. L’agevolazione può essere chiesta per sé stessi o per una terza persona minorenne, che risulti fiscalmente a carico.

Per poter inoltrare la domanda sul portale dedicato occorre essere muniti di credenziali digitali SPID o CIE. Al momento della richiesta occorre indicare il codice fiscale del soggetto che beneficerà del bonus trasporti.

L’incentivo ha un valore pari o inferiore a €60. L’importo è determinato in base al valore dell’abbonamento annuale o mensile che il soggetto interessato intende acquistare.

Il bonus trasporti non incide sul calcolo dell’Isee e non può essere ceduto a terze persone. Al momento della compilazione della domanda, il richiedente deve indicare il gestore del servizio di trasporto presso il quale intendi utilizzare l’abbonamento annuale o mensile.

Il bonus sarà erogato in base all’ordine di arrivo delle domande. Il primo settembre, dunque, sarà consentito l’accesso alla piattaforma che crea un sistema di coda automatico.

Il bonus trasporti può essere utilizzato per l’acquisto di abbonamenti mensili o annuali del servizio di trasporto pubblico locale, regionale o ferroviario. Non è possibile usufruire del beneficio per i servizi di prima classe, Executive, Business, Club Executive, salotto, Premium, Working area e business salottino.

Il contributo allo scopo di coprire interamente la spesa sostenuta, entro il limite massimo di €60. Le risorse stanziate inizialmente dal governo sono 79 milioni di euro, successivamente innalzate a 180.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Coloro che non riescono ad accedere all’agevolazione potranno portare in dichiarazione dei redditi le spese sostenute per il trasporto pubblico. In questo modo, è possibile ottenere una detrazione pari al 19% su una spesa massima di €250.