Giochi on line, attenzione alle tasse: una normativa che in pochi conoscono

C’era una volta il celebre e indimenticato Totocalcio. C’erano le settimane trascorse con gli amici al bar a fare pronostici, a sognare il 13 miliardario con le vecchie lire.

C’erano una volta i sistemi, quelli con le doppie e con le triple. C’erano le domeniche in auto, o allo stadio, tutti insieme, ad ascoltare Tutto il Calcio Minuto per minuto, con la voce indimenticata di Enrico Ameri e la schedina nelle mani aggiornando i risultati dai campi di calcio.

gioco d'azzardo
Adobe Stock

Poi è arrivato il web, sono arrivate le scommesse sportive e da un ventennio è piombato nelle nostre vite il gioco on line.

Tutto un altro mondo. Per i nostalgici una rivoluzione non del tutto positiva.

Sarebbe bene, al giorno d’oggi, avere una panoramica dettagliata ai minimi termini del quadro legislativo che riguarda la regolamentazione del gioco d’azzardo on line e del gioco on line.

In particolare esistono dei passaggi basilari da conoscere fino in fondo in merito al gioco on line.

I vari punti riguardano:

  • le autorità di regolamentazione.
  • prodotti per il gioco d’azzardo.
  • gioco d’azzardo terrestre.
  • regolamentazione e licenza.
  • gioco d’azzardo on-line.
Il gioco d’azzardo è coperto da:
  • La normativa primaria, comprese le disposizioni del codice civile e altre leggi specifiche.
  • La normativa secondaria, sotto forma di regolamenti attuativi emanati dall’Autorità nazionale del gioco Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM).

Il gioco d’azzardo terrestre e il gioco d’azzardo online sono trattati separatamente.

All’interno di queste due categorie, le varie tipologie di giochi sono poi disciplinate separatamente.
La sezione 1.3 del Decreto ADM del 10 gennaio 2011 definisce gioco d’azzardo online a quota fissa con denaro reale, qualsiasi gioco solitario giocato a distanza.
Le macchine da gioco sono regolamentate da ADM, che stabilisce un inventario di macchine a disposizione dei giocatori in bar, tabacchi, centri commerciali e sale da gioco.
Nel nostro Paese, per quanto riguarda il mondo del gioco, esistono tre aliquote differenti di tasse sulle vincite al gioco, a seconda della tipologia.
  • le vincite legate alle scommesse sportive, ai giochi a premi svolti in televisione o comunque su una piattaforma media sono tassati al 20%.
  • le vincite derivanti da gratta e vinci, hanno una tassazione del 12% ma solo per le vincite superiori ai 500 euro.
  • l’8% invece è la tassazione riguardante il lotto, ma anche qui solo per le somme superiori ai 500 euro.

Infine, ed è il caso che più ci interessa, per quel che riguarda la tassazione sui casinò online e gli altri giochi d’azzardo la tassazione arriva fino al 25% a seconda dell’importo vinto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo