25.7 C
Milano
venerdì, Settembre 17, 2021

Buy now

Ultrasuoni: terapia, costo, nell’estetica, animali

A cosa servono gli ultrasuoni: storia, cosa sono e la loro utilità

Per capire cosa sono gli ultrasuoni bisogna fare delle premesse. Infatti in natura vi sono suoni “gravi” , caratterizzati da frequenze basse e suoni “acuti”, che si distinguono per le frequenze alte. Quando questi “intervalli sonori” raggiungono e superano i 20000 cicli al secondo non sono più udibili dall’ uomo. Ed in questo caso parliamo di ultrasuoni. Quindi , sulla base di queste premesse, gli ultrasuoni sono onde sonore utilizzabili in medicina con effetti terapeutici considerevoli. Infatti la ultrasuonoterapia è adoperata in ambito fisioterapeutico. Il ricorso agli ultrasuoni non è un’ applicazione recente ma ha una lunga storia. Infatti bisogna risalire al 1938 , a Zurigo, dove una donna ricorse alla terapia in questione per trattare una sciatalgia con risultati, inutile dirlo, sorprendenti. Conclusioni che hanno spinto i medici specializzati ad insistere su questa nuova “cura” del paziente.

Terapia ultrasuoni a cosa servono e quali sono nello specifico

Molto spesso si ricorre al trattamento tramite ultrasuoni nella cura di specifiche patologie, che includono: trattamento delle contratture ; guarigione da vari traumi sportivi;  trattamento nelle contratture; cura dell’ artrite; cura per le ulcere varicose. Ma questo rimedio viene utilizzato in maniera sempre più frequente nella guarigione delle fratture. Infatti studi medici hanno sentenziato che il ricorso alle onde sonore possono mettere l’ osso interessato “in protezione”, accelerando i tempi di recupero e della guarigione. Stesso discorso nella cura delle malattie reumatiche. In  questi casi il richiamo al “trattamento ultrasonico” è ormai una costante in quanto si interviene direttamente sull’ infiammazione producendo come effetto l’ eliminazione quasi immediata del dolore.

Gli effetti e le controindicazioni ultrasuoni sul corpo umano

Gli effetti degli ultrasuoni si distinguono in “effetti termici” ed “effetti non termici”. Gli effetti termici derivano dall’ aumento della temperatura corporea nel momento in cui il paziente  riceve la terapia. Il ricorso alle onde sonore viene caldeggiato soprattutto per i portatori di peacemaker poichè  non incide in maniera determinante sul fisico dei soggetti interessati. La terapia viene invece sconsigliata negli utenti che presentano una patologia in fase acuta per la quale occorrono interventi decisamente più drastici. Gli “effetti non termici” sono decisamente diversi. Essi consistono nella “cavitazione”, un processo   composto da bollicine microscopiche che mettono in moto reazione biochimiche con effetti terapeutici non immediati ma inevitabili, visibili in un tempo determinato.

Ultrasuoni in medicina: le modalità tramite le quali si realizza la terapia con ultrasuoni

L’applicazione degli ultrasuoni può avvenire in modalità “statica” o “dinamica”. Nella modalità statica lo strumento che consente l ‘ invio di queste onde sonore rimane fermo per tutta la durata del trattamento direttamente sulla parte interessata. La modalità dinamica è differente. Essa si realizza attraverso piccoli movimenti compiuti dal fisioterapista sull’ area da trattare, anche se questa forma di terapia sarà subordinata all’ estensione della zona da trattare e alla patologia del soggetto. Inoltre è fondamentale che il paziente sia rivestito di gel protettivo proprio per limitare gli effetti derivanti dal “movimento” di questa onda sonora. Non è escluso infatti che il paziente possa sentire dolore. Dovrà essere il fisioterapista, attraverso la sua preparazione ed esperienza, a rendere il ricorso alla terapia degli ultrasuoni efficace ed indolore, con il conseguimento pieno dei risultati prefissati.

 

Related Articles

Allenarsi da casa?Ecco quali sono le migliori app

A causa del lockdown molti hanno preferito allenarsi a casa e l'hanno reputato persino gradevole. In principio non si credeva fosse possibile e le...

Pane senza lievito? Ideale per le intolleranze

Avete mai provato la ricetta del pane senza lievito? E' ottima per chi è intollerante al lievito e assolutamente rapida e veloce. Buona anche...

Cambiare le abitudini alimentari? Meglio in due

Il detto "chi fa da se fa per tre" non sempre è valido. Secondo uno studio condotto da Lotte Verwely del Dipartimento di Cardiologia...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

22,291FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -

Latest Articles

Allenarsi da casa?Ecco quali sono le migliori app

A causa del lockdown molti hanno preferito allenarsi a casa e l'hanno reputato persino gradevole. In principio non si credeva fosse possibile e le...

Pane senza lievito? Ideale per le intolleranze

Avete mai provato la ricetta del pane senza lievito? E' ottima per chi è intollerante al lievito e assolutamente rapida e veloce. Buona anche...

Cambiare le abitudini alimentari? Meglio in due

Il detto "chi fa da se fa per tre" non sempre è valido. Secondo uno studio condotto da Lotte Verwely del Dipartimento di Cardiologia...

Piatti saporiti per mantenersi in forma: dal pesce al forno alla vellutata

Quali possono essere i piatti più indicati per mantenere la linea, concedendosi comunque il piacere di una pietanza gustosa e saporita? Mantenersi in forma...

C’è vita su Venere? Le ipotesi e le recenti scoperte della scienza

C’è “vita” su Venere? Un’ipotesi affascinante e, fino ad oggi, ritenuta impossibile date le infernali condizioni climatiche del gemello rovente della Terra. Uno studio...