Carte di credito o debito: qual è la soluzione migliore? La risposta che non ti aspetti

Spesso parliamo di carte di credito o debito senza conoscere l’effettiva differenza che caratterizza questi due strumenti di pagamento.

Di fatto, le carte di credito o le carte di debito sono due strumenti completamente diversi, sebbene abbiano un nome piuttosto simile. Per questo motivo, è importante imparare a riconoscere le differenze che le caratterizzano per valutare quale sia il contesto migliore in cui utilizzare l’una o l’altra.

Carte di credito o debito
Eco di Milano

In linea generale, le carte di credito riescono ad offrire opzioni e garanzie maggiori rispetto alle carte di debito. Generalmente le carte di credito godono di una maggiore protezione rispetto alle frodi o a possibili errori nei pagamenti.

Vi è poi anche un altro importante vantaggio che riguarda le protezioni aggiuntive, che è possibile applicare. È questo il caso delle assicurazioni viaggio o di altre agevolazioni.

Ma, allo stesso tempo, le carte di debito riducono al minimo il rischio di indebitamenti e permettono di tenere le spese sempre sotto controllo.

Carte di credito o debito: vantaggi e svantaggi

Sebbene si tratti in entrambi i casi di uno strumento di pagamento elettronico, le carte di credito e debito sono caratterizzate da importanti differenze. La maggior parte delle persone non conoscono i vantaggi e gli svantaggi del uno o dell’altro strumento.

Ad ogni modo, le carte di credito sono strumenti in grado di offrire una maggiore flessibilità di spesa, pur comportando rischi elevati, soprattutto se non si riesce a pagare la somma di denaro dovuta.

Le carte di debito, invece, sono decisamente più facili da ottenere. Inoltre, tramite questo strumento di pagamento è possibile minimizzare il rischio di indebitarsi, visto che la carta è collegata ad un deposito bancario.

Insomma, la carta di credito anticipa la somma di denaro utilizzata per effettuare acquisti o pagamenti. Dunque, si tratta di una sorta di prestito istantaneo, che può essere usufruito dal titolare della carta di credito.

Di fatto, per ottenere questo strumento è necessario fornire una serie di garanzie.

Tuttavia, la carta di credito è caratterizzata da bonus come sconti e rimborsi, compresa la possibilità di accumulare punti da utilizzare per l’acquisto di biglietti aerei e molto altro.

Quel che è certo, è che entrambi gli strumenti di pagamento offrono elevati standard di sicurezza e affidabilità.

Una delle differenze principali riguarda le modalità con cui le spese vengono addebitate sulla carta.

Come vengono addebitate le spese

Quando si utilizza una carta di debito, per effettuare acquisti o pagamenti, le operazioni vengono addebitate di volta in volta sul conto corrente associato. In sostanza, quando si eseguono operazioni con la carta di debito è possibile verificare, in tempi brevi, la transazione di denaro.

Al contrario, le operazioni eseguite con una carta di credito non vengono addebitate subito ma solo successivamente.

Generalmente, l’addebito avviene entro i 30 giorni successivi e in un’unica soluzione oppure a rate.

Un altro aspetto fondamentale che caratterizza questi due strumenti riguarda il Planfond.

Coloro che utilizzano le carte di debito hanno la possibilità di effettuare acquisti o prelievi solo entro il saldo disponibile sul conto associato alla carta. Con la carta di credito, invece, il Plafond è stabilito dall’istituto che emette lo strumento.

Di fatto, il titolare di carta di credito ha la possibilità di fare spese anche oltre le proprie disponibilità. Per questo motivo, si chiama carta di credito: perché ha una funzione creditizia.

Meglio la carta di credito o la carta di debito

La domanda – quale dei due strumenti è la soluzione migliore? – non trova una risposta definitiva. Dopotutto, la convenienza del uno o dell’altro strumento dipende dall’utilizzo che si intende farne.

In linea generale occorre ricordare che quando si effettuano viaggi all’estero è preferibile utilizzare una carta di pagamento con circuito internazionale, che possa essere accettata ovunque.

Per quanto riguarda le operazioni di prelievo, è preferibile la carta di debito.  Essa, infatti, è più conveniente e ha limiti elevati, ma soprattutto non ha rischi di indebitamento.

Tuttavia, le carte di credito sono molto utili per gli acquisti perché offrono una maggiore libertà, grazie ai planfond elevati.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Coloro che, invece, hanno la necessità di gestire in maniera oculata le spese dovrebbero preferire una carta di debito, che permette di pianificare con maggiore facilità le entrate e le uscite mensili.