Tre grandi banche minacciate! Se hai aperto un conto qui controlla i movimenti

I rischi per i cittadini sono più che mai frequenti di questi tempi. Il risparmio è sempre più preso di mira.

Quello che succede negli ultimi tempi ha davvero dell’incredibile. Ci troviamo di fronte ad attacchi più che mai mirati. Qualcosa della quale, forse, nessuno si era mai reso conto fino a questo punto. Il rischio è totale, nessuna tranquillità per i cittadini. Nessuna possibilità immaginare in qualche modo di uscire fuori dal rischio stesso che la dinamica crea. Fiato sospeso ad oltranza insomma, il pericolo è tra noi.

truffa banche
canva

Negli ultimi tempi, quello che a tutti gli effetti possiamo considerare tra i principali raggiri attuati in ambito web è più che mai frequente. Ci troviamo di fronte a dinamiche che ormai, cosi come accennato abitano a più riprese lo stesso contesto virtuale ma non solo. L’applicazione possiamo certo trovarla in quello specifico contesto, la modalità d’approccio anche, mail o sms. Il resto però è riconducibile alla vita reale e chiaramente comprende più che mai il quotidiano dei cittadini.

Sappiamo benissimo, dalle cronache, da quelli che sono gli usuali canali di comunicazione quali sono per l’appunto le tecniche che più di tutte tendono a colpire gli stessi cittadini, li dove nessuno inizialmente potrebbe immaginare. Ci troviamo insomma di fronte ad una architettura, per dire, della stessa truffa che bene o male segue quasi sempre gli stessi standard. Nell’approccio, certo, ma anche in quella che è la particolare dinamica d’azione.

Un messaggio, per l’appunto oppure una mail. Un testo che appaia quanto più accattivante possibile, un contenuto capace di attirare le attenzioni degli utenti e spingerli fin dove essi stessi nemmeno possono immaginare. Il gioco è di fatto tutto qui. Inoltre, l’immancabile link, quello che in un certo senso fa da traino rispetto all’intento finale della stessa truffa. Attraverso questo strumento, infatti, il malintenzionato può guidare la vittima fin dove vuole.

Pagine fake per pagamenti fasulli, form altrettanto fasulli per rubare quante più informazioni possibili ai malcapitati di turno. Di tutto e di più insomma. Al centro di tutto la possibilità concreta di sottrarre informazioni personali, da utilizzare poi in altre truffe. Inoltre, la speranza di arrivare a ben altro. Il conto corrente delle vittime. L’obiettivo principale insomma. La paura tra i correntisti di tre banche in particolare è più forte che mai.

Conti correnti in pericolo: in questo modo è possibile essere derubati di tutto

Le modalità, cosi come anticipato sono praticamente le stesse, sempre e comunque. Al centro di tutto l’ambizione di entrare nei conti correnti degli italiani, di quelle che sono le vittime designate di tali ambigui percorsi. Tre gli istituti di credito coinvolti più di tutti in questo particolare momento. Intesa Sanpaolo, Unicredit e Bnl. I clienti di queste specifiche banche insomma potrebbero presto passare un brutto quarto d’ora, ed anche qualcosa in più.

In questa fase il contenuto che più di tutti spiazza le vittime potenziali è quello che va a toccare proprio la situazione in merito al proprio conto corrente. In questo tipo di truffa un messaggio ci parla di particolari condizioni che potrebbero mettere in pericolo lo stato di sicurezza del nostro prodotto finanziario. Urge quindi un intervento, inserendo credenziali bancarie e tutto sull’apposita pagina fornita, chiaramente un fake. A quel punto, il gioco per i truffatori sarà fatto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il testo in questione propone la particolare dicitura, almeno stando a quanto riscontrato dagli utenti già truffati o comunque coinvolti nella dinamica in questione: “Con questa e-mail ti informiamo che abbiamo disattivato tutte le operazioni online con la tua carta di credito e le funzioni del tuo conto Unicredit”. Ovviamente i toni successivi sono ancora più duri. Se non si provvede a sbloccare la situazione si rischia di non poter utilizzare più il conto corrente e quant’altro, cose di questo genere insomma. La vittima si preoccupa chiaramente ed il gioco è fatto. La truffa è compiuta. Massima allerta insomma ed occhi sempre ben aperti.