Uova, attenzione quando le compri: se non hanno questa caratteristica non sono biologiche

Molti spesso comprano le uova al supermercato senza sapere che esistono etichette diverse a seconda di come vengono prodotte. Vediamo nel dettaglio. 

Ormai da qualche anno, i consumatori italiani stanno dimostrando di scegliere il cibo che portano in tavola ogni giorno con più attenzione.

uova
Adobe Stock

Ed è per questo che negli ultimi anni abbiamo assistito a una vera e propria esplosione del cibo biologico nel nostro paese. Siamo oltretutto una delle nazioni più avanti sul tema: basti solo pensare che al momento il territorio italiano ospita circa il doppio degli allevamenti biologici rispetto alla media europea. 

Uova, perchè è importante leggere bene le etichette al supermercato

E una delle tendenze più marcate degli ultimi anni ha interessato le uova, uno dei prodotti alimentari che l’umanità si ritrova a consumare dall’alba dei tempi. Non tutti lo sanno infatti, ma quando ci troviamo al supermercato, leggendo bene le etichette ci rendiamo conto che possiamo scegliere tra tipi molto diversi di uova disponibili sul mercato.

Andiamo ad esempio a vedere la distinzione tra uova allevate a gabbia e uova biologiche. Le uova allevate in gabbia, come si intuisce dal nome, sono le peggiori che possiamo acquistare da un punta di vista qualitativo, in quanto si tratta di allevamenti intensivi in cui l’animale viene costantemente messo sotto stress, e si ritrova a dover “produrre” in spazi strettissimi e angusti, per l’appunto, gabbie. 

Uova, ecco quando possiamo realmente parlare di allevamenti biologici

Discorso molto diverso invece per le uova che provengono da allevamenti biologici. Qui in primo luogo gli animali vengono nutriti esclusivamente con mangime di origine vegetale, e sono vietati nel modo più categorico pesticidi e ogm.

Queste disposizioni sono regolate dal Reg. CE 834/2007, che disciplina in tal senso i criteri entro cui si può parlare di produzione biologica: “l’allevamento biologico dovrebbe rispettare criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e […] soddisfare le specifiche esigenze comportamentali degli animali secondo la specie, e la gestione della salute degli animali dovrebbe basarsi sulla prevenzione delle malattie. A questo proposito, si dovrebbe prestare particolare attenzione alle condizioni di stabulazione, alle pratiche zootecniche e alla densità degli animali.”

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per questi motivi le uova biologiche sono le uniche realmente sane per il nostro organismo, in quanto risultano molto più ricche di vitamine.