Modello 730, attenzione a non fare questo errore quando lo compili

Attenti a questo errore banale nella compilazione del modello 730. Infatti c’è chi rischia di perdere oltre euro 600,00.

Il tempo passa velocemente, portandoci a fare i conti con cambiamenti repentini, che finiscono per incedere inevitabilmente sulle nostre vite. Però, vi sono alcune cose che sembrano non cambiare, tanto da essere considerate da molti. Veri e propri appuntamenti fissi.

modello 730 (1)
Adobe Stock

Ne è un esempio la dichiarazione dei redditi con modello 730 che ogni anno deve essere presentata da tantissimi contribuenti. Proprio qui è meglio prestare la dovuta attenzione a questo errore comune, nella compilazione del modello 730. In quanto c’è chi rischia di perdere più di euro 600,00.

Modello 730, attenti a questo errore banale, nella compilazione: i soggetti interessati

Soffermandosi sulla dichiarazione dei redditi, inoltre, si invita a prestare attenzione a questo banale errore nella compilazione. Infatti c’è chi rischia di perdere più di euro 600,00. Di quale errore si tratta, esattamente? Vediamolo insieme.

Ebbene, a essere coinvolti nella vicenda sono i genitori con bimbi al di sotto dei tre anni. Che sostengono le spese per l’asilo nido.

Infatti quest’ultimi, hanno diritto a beneficiare, a fronte delle spese sostenute per l’asilo nido. Di una detrazione IRPEF pari al 19% da applicare nella compilazione del modello 730. La soglia massima di spesa in tal caso è pari a euro 632,00, con la detrazione massima per ogni figlio. Pari a circa euro 120,00.

Spese asilo nido: detrazione o bonus? Vediamolo insieme, amici con figli piccoli

A discapito di quanto si possa pensare, la detrazione IRPEF 19%  è incompatibile con il bonus asilo nido. Infatti non bisogna dimenticare che quest’ultimo è pagato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS).

Quindi, proprio questo, si rivela essere l’errore più comune che in tanti commettono in fase di compilazione della dichiarazione dei redditi. E per cui si rischia di perdere più di euro 600,00.

Inoltre, come sé tutto questo non bastasse, nel caso in cui il pagamento delle spese per l’asilo nido venga effettuato con denaro contante,  non si ha diritto alla detrazione. Infatti, per poter beneficiare di questa agevolazione, è necessario che i pagamenti vengano effettuati tramite strumenti tracciabili. Come bancomat o carta di credito.

Questi banali errori possono portare a perdere ben più di euro 600,00. Quindi meglio prestare più attenzione a tali aspetti, ricordandosi che per quanto riguarda le spese per l’asilo nido. I genitori devono decidere se beneficiare della detrazione al 19%, o se richiedere e ottenere il bonus asilo nido erogato dall’INPS.

 

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news.


  1. Telegram - Gruppo base