Concorsi, lavoro a tempo indeterminato all’Inps: come candidarsi

Per tutto il 2022 e anche nel corso del 2023 la Pubblica Amministrazione pubblicherà diversi bandi per l’assunzione di nuovi dipendenti.

Migliaia di nuovi posti di lavoro dipendente in arrivo a seguito dei bandi istituiti dalla Pubblica Amministrazione per l’anno in corso e tutto il 2023.

ragazzo lavoro
Adobe Stock

I concorsi previsti spaziano in vari Enti nazionali: Agenzia delle Dogane, Agenzia delle Entrate, Comuni, Ministero della Giustizia, Inps e tanto altro ancora.

Concorsi Pubblica Amministrazione: i posti disponibili

Nonostante non siano stati ancora rilasciati i dettagli ufficiali riguardo i concorsi, poiché in attesa dei bandi, esistono già delle liste di requisiti necessari per potervi partecipare quando verranno ufficializzati. Iniziamo a conoscere i requisiti per partecipare ai bandi:

Concorso Agenzia delle Entrate

Il bando previsto per quanto riguarda l’Agenzia delle Entrate consta in 2660 posti di lavoro entro il 2022. Si cerca personale sia diplomato che laureato e il lavoro sarà a tempo indeterminato. I posti disponibili sono così suddivisi: 500 assistenti tecnici per diplomati geometri o periti industriali, 2000 funzionari tributari per laureati, 100 funzionari tecnici per laureati e infine 60 assistenti informatici per i quale occorre il diploma di scuola secondaria di secondo grado. Sarà previsto un periodo di prova della durata di 6 mesi e oltre a due prove scritte di carattere oggettivo-attitudinale e tecnico-professionale, ci sarà anche una prova orale da superare.

Concorso INPS

Il bando dell’INPS sarà pubblicato entro quest’anno e sarà riservato a 385 unità di personale di Area C, con profilo economico C1. A questo bando potranno accedere solo i laureati e il personale sarà scelto per la gestione dei servizi per l’erogazione dell’assegno unico universale.

Concorso Agenzia delle Dogane

Entro la fine di questo mese è previsto il Concorso Agenzia Dogane 2022 dove è prevista l’assunzione di 1796 unità di personale a tempo pieno e indeterminato. Il concorso è aperto sia a diplomati che laureati ed è così suddiviso:

– 927 unità di III area F1 (per i laureati)

– 869 unità di II area F3 (per i diplomati)

Una novità di quest’anno sarà che i candidati potranno scegliere la propria Regione di preferenza, ovvero la sede del luogo di lavoro. Le prove sono previste per la fine dell’estate ed esiste una banca dati da 5mila quesiti, una per ogni specifica area concorsuale.

Concorso Ufficio del Processo

Per il bando dell’Ufficio per il Processo sono previste 1000 assunzioni di funzionari laureati a tempo indeterminato, da inquadrare nella III area funzionale, fascia economica F1. Visto che secondo le previsioni i futuri lavoratori dovranno iniziare il servizio il 1° gennaio 2023, le comunicazioni ufficiali riguardo questo bando dovrebbero essere vicine.

Concorso Ministero della Giustizia

Per quanto riguarda il bando del Ministero della Giustizia è in programma l’assunzione di 1092 unità di personale amministrativo a tempo indeterminato non dirigenziale nel 2023. Le nuove assunzioni andranno a riempire l’Ufficio esecuzione penale esterna e saranno così distribuite:

– 895 unità di personale dell’Area III F1;

– 197 unità di personale dell’Area II F2.

Anche in questo caso i partecipanti potranno avere o il diploma o la laurea. Nel primo caso, cioè i titolari di diploma, avranno accesso all’Area II mentre nel secondo caso avranno accesso all’Area III.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news.


  1. Telegram - Gruppo base